Seleziona una pagina

Quando una vita a tutto somiglia tranne che a una vita

E la tortura è peggio di quella di Guantanamo

sì Presidente la grazia gliela chiede un innocente

Incredibile la crudeltà morale d’imporre a Fabo

di vivere una vita priva d’umanità

relazionale più di un sepolto vivo un vegetale

con dentro mente e cuore imploranti l’uscita

Cieco immobile il corpo la prigione con aguzzini

attenti a che non evada il colmo d’ogni tortura

Questo è il demonio lo stesso che sfidò Gesù all’uso dei

suoi poteri per sottrarsi al volere del Padre

Sì un demonio esaudito che ottiene dai suoi fratelli

di vegliare il sepolcro che non esca il Risorto